Quando Talete cadde in un fosso, fu dileggiato da una servetta tracia, che si mise a ridere sguaiatamente. Oggi il filosofo rischia di cadere in un fosso di vipere e di essere dileggiato da una pornoattrice, che magari gli eiaculerà in faccia. I tempi si sono involgariti parecchio, su questo non c’è dubbio. Ma la sostanza non cambia. Il filosofo va avanti per la sua strada e se incontra un verme cerca di non schiacciarlo. Difficilmente, poi, potrà confondere l’oblungo anellide con le belle rotondità di una afrodite pandemia.

P.S. I video di Fusaro con Preve, girati quasi tutti poco prima della morte del filosofo comunitarista, sono tali emblemi di lucidità e amore e rispetto, che per definirli stucchevoli bisogna avere la vista annebbiata dallo sperma.