Blog Image

filosofia&storia

Alessandro Salerno, “Perduto incantamento”, 2016

letteratura Posted on Mar, Dicembre 20, 2016 23:53:28

È uscito il mio libro di poesie, Perduto incantamento, Le Nove Muse, Catania 2016.

Si può trovare a Catania presso le librerie “La Paglia”, via Etnea e “Vicolo stretto”, via Santa Filomena, oppure presso

IBS

Amazon



Leonardo Sciascia, “Il contesto. Una parodia”, 1971

letteratura Posted on Mar, Dicembre 20, 2016 23:48:28

Mentre gli altri si agitano nella corrente, l’intellettuale si rende conto dove essa li porterà. Ne “Il contesto” (1971) Leonardo Sciascia, ancora una volta, vede in anticipo la sicilianizzazione dell’Italia, la mafizzazione del potere. Il potere che si costituisce solo ed esclusivamente come menzogna e assassinio seriali: la caduta seriale di ogni cercatore di verità, la non rivoluzione permanente. Le stragi, le strategie della tensione, la menzogna totalitaria.

Uno scritto che inizia in modo molto confortante, come un perfetto poliziesco, ma che sul più bello perde il suo protagonista. I nomi improbabili, le atmosfere sudamericane, i falsi d’autore dicono la menzogna, il posticcio, ad ogni riga, e precipitano nel dubbio e nello sconforto il lettore, che troppo ingenuamente aveva sperato nel bravo Rogas e nella risoluzione dei casi.

Verità e bellezza si rifugiano solo nella perfezione della lingua così pura dello scrittore.

“- Il Pontormo – disse Rogas.
– Già, il Pontormo… Ma come fa a saperlo?”

“L’uomo umano ha avuto la sua luna
umana dea
quieto lume d’amore
voi avete la vostra
grigia pomice vaiolosa
deserto degno delle vostre ossa non più umane
natura morta con le morte ampolle del senno
ma già non sapete niente
dell’ariostesca fiaba di Orlando
del suo senno recuperato da Astolfo
in un viaggio lunare
del senno sigillato in un fiasco
come il vostro (ma irrecuperabile
è il vostro). Il fiasco natura morta
il fiasco cilecca dell’eros
come Stendhal diceva
in italiano nel testo
Stendhal che voi non conoscete
Stendhal che parla
la lingua della passione cui siete morti.”

“… sugli operai in sciopero, sui contadini che chiedono acqua, sugli studenti che chiedono di non studiare”

“la palazzina a tre piani che si levava in sgraziata, disgraziata anzi, geometria”

“Argumentum ornithologicum”

“… sono i libertini che preparano le rivoluzioni, ma sono i puritani quelli che le fanno”.