Leonardo Sciascia, <i>La corda pazza. Scrittori e cose della Sicilia</i>, in <i>Opere 1956-1971</i>, Bompiani, Milano 2004/7.


“Compiuto a Palermo il corso di grammatica passò al collegio di Messina, il solo in Sicilia che per volontà di Ignazio di Loyola, che giustamente riteneva pericoloso il moltiplicarsi delle cattedre quando mancano i buoni maestri, teneva un corso completo di studi letterari, con insegnamento di grammatica, umanità, rettorica, lingua greca ed ebraica” (975).