“Uno
di loro, proprio un loro profeta, ha detto: «I Cretesi sono sempre
bugiardi, brutte bestie e fannulloni». Questa testimonianza è vera”. Lettera a Tito 1,12-13.

L’illustrazione è tratta da Guillaume Rouillé, Promptuarii Iconum Insigniorum, Lione 1553.